Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2017

L'onda azzurra, Viaggio nel mondo di Crio

Capitolo I

Nessun rumore. Nemmeno un odore. Provava una strana sensazione, quasi fosse sospeso nell'aria; forse lo era veramente. Si sentiva bene, però. Provò ad aprire gli occhi. Niente. Non riusciva a percepire alcun muscolo del proprio corpo. Nemmeno il suo respiro avvertiva. "Sono morto?", si domandò senza provare alcuna emozione, dopo l'ennesimo tentativo andato a vuoto di alzare le palpebre. "Sono solo!", si disse. Si sforzò di ricordare ciò che aveva fatto negli ultimi giorni. Niente. Nessun ricordo affiorava alla mente, e continuava invece a sentirsi leggero e sospeso nel vuoto. Era sicuro di stare ancora in un corpo, nel suo corpo, ma non riusciva ad avvertire nulla; neanche un dolore o un fastidio. Provò allora a immaginare il suo corpo e si riconobbe sul letto di un ospedale. Era successo qualcosa di molto grave. Forse di irreparabile. Non per questo, però, ebbe paura. Anzi, continuò a restare tranquillo. Senz'altro attorno a lui c'erano medici…

La prostituzione ai tempi della senatrice Lina Merlin

Lo sfruttamento della prostituzione e la chiusura delle “case di tolleranza” con la legge della sen. Lina Merlin  di Carlo Silvano
Definito e giustificato dal sentire comune come “il mestiere più antico del mondo”, il fenomeno della prostituzione ruota, in realtà, attorno ad una criminalità spesso barbara e crudele. Per tentare di comprendere l'opportunità o meno della riapertura delle cosiddette “case chiuse” si propone, in questo capitolo, una lettura di brani tratti da un libro[1] curato dalla senatrice Lina Merlin[2] e dalla giornalista Carla Barberis[3]. Già da giovane, Lina Merlin seguì come giornalista il fenomeno della prostituzione e si convinse dell'opportunità di chiudere i bordelli con un'apposita legge anche in Italia, dopo che questi erano stati aboliti in Francia nel 1946, grazie  soprattutto all'impegno di una ex prostituta, Marthe Richard, eletta in parlamento. Dal 1949 la senatrice Lina Merlin iniziò a ricevere numerose lettere da parte di ragazze che si p…