Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2018

Don Olivo: amico e prete per l'eternità!

Oggi nella chiesa parrocchiale di San Floriano di Castelfranco Veneto è stato celebrato il funerale di don Olivo Bolzon e per ricordarlo propongo il primo capitolo del libro "Il dono dell'amicizia. Vita in comune e celibato", scritto con Marisa Restello.
Marisa Restello e Olivo Bolzon

I
Il dono dell'amicizia

Il dono dell’amicizia perché come dovere vitale, non obbligante, ma attraente questo racconto-testimonianza di una luce che ha illuminato la mia vita.
Èun racconto perché narra quanto è successo nella mia vita abbastanza lunga. Ho compiuto 82 anni vissuti in luoghi, in compiti, in situazioni diverse, ma non come frammenti. La luce del sole, illumina il creato in modo costante, ma sempre nuovo, in una visione che è bello accogliere e si compone nella diversità. È un narrare nella luce, e per me è luce del vespero, luce che non è violenta e non acceca, non è luce di fuoco che finisce, ma il sereno declinare di un giorno. Arrivato alla sera è spontaneo e sereno constatar…

Due appunti sulla crisi siriana

1. Personalmente, penso che la Francia debba scegliere se concordare le proprie azioni politiche e militari con gli Stati Uniti oppure con l'Unione europea, e qualora scegliesse di seguire la politica di Donald Trump allora il suo ruolo in Europa dovrebbe essere rivisto.  2. Inoltre, da quello che ho saputo, Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia in Siria hanno agito senza l'autorizzazione delle Nazioni unite e, allora, o "chiudiamo" quest'organizzazione internazionale dichiarandone il fallimento oppure rivediamo la sua struttura e, in particolare, eliminiamo la possibilità che ci siano cinque Stati (Cina, Russia, Francia, Gran Bretagna e Stati Uniti) che abbiano il diritto di veto su ogni decisione che le Nazioni Unite vogliano adottare: finché, a mio avviso, ci sarà questo diritto di veto, le Nazioni unite non saranno mai un soggetto democratico e potranno solo tutelare gli interessi di un ristretto gruppo di nazioni a discapito della maggioranza dei Popoli.