Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2011
Dal blog di Serena Gobbo http://blog.libero.it/librini/10052517.html

Ecco il testo di un'intervista che ho rilasciato a Serena Gobbo.
Tra i vari argomenti di cui ti sei occupato nei tuoi libri, risalta in particolare il ruolo della religione, della chiesa e del rapporto con i laici (“Cristianesimo Chiesa Teologia”, 2005, e “Autorità e responsabilità nella Chiesa cattolica”, 2006, entrambi per le Edizioni del Noce). Tu hai una formazione sociologica. E sei cattolico. La sociologia può analizzare la Chiesa in quanto “istituzione”, cioè un’entità il cui fine, ad un certo punto, è l’autoconservazione cercando di mettere a tacere critiche o minacce alla propria esistenza. Ma questa è una visione parziale. Il tuo “essere cattolico” cosa aggiunge ad un’analisi sociologica?
I libri che hai citato nascono dal desiderio di compiere una ricerca personale e di offrire un contributo al dibattito sui temi cui hai accennato. Sono raccolte di interviste che ho fatto a teologi e a studiosi sui temi …

Silvano e Paggiarino tra le storie dei "liberi reclusi"

Martedì 15 Febbraio 2011

MONTEBELLUNA - Paggiarino, direttore dell'Istituto penale dei minori di Treviso presenta stasera alle 20.30, alla libreria Zanetti di Montebelluna, il libro “Liberi reclusi. Storie di minori detenuti” di Carlo Silvano (edizioni del noce 2011). Paggiarino ha curato e firmato la prefazione. Silvano ha scritto il volume per far conoscere le storie di minori detenuti e riflettere sugli stili di vita e comportamentali dei giovani di oggi. (nella foto sotto: il direttore dell'Ipm Alfonso Paggiarino)
Nel libro riporta i colloqui che ha avuto con gli adolescenti rinchiusi nell'Istituto penale per i minorenni del Triveneto e le interviste e le riflessioni di alcuni specialisti che operano fuori e dentro la struttura. Silvano sostiene che se per un certo periodo di tempo contenere in un istituto un giovane che non ha regole, o che le ha comunque infrante, può rivelarsi fondamentale per la sua crescita, non è il ragazzo detenuto "il male" della nostra…
Questa mattina ho ritirato le prime copie del mio ultimo libro...